Social network
img
Archivio articoli

Nuove immagini dal cantiere della futura fermata Lolli-Dante del Passante Ferroviario. Cominciano a prendere forma gli accessi in superficie, le scale di accesso e la sala d’attesa. Seguirà nuovo post con altre immagini dal cantiere.

Ringraziamo Riccardo&Laura per gli scatti.

La futura area di accesso al binario dispari, tutt’ora in esercizio.

Futura rampa di accesso.

 

66 risposte a PFP Lolli, aggiornamento lavori nuova fermata-parte 1

  • Metropolitano Identicon Icon Metropolitano scrive:

    @pendolare palermitano
    Non proprio; anche le ditte regionali che gestiscono le autolinee come ad esempio AST lamentano problemi finanziari.

  • pendolare palermitano Identicon Icon pendolare palermitano scrive:

    @metropolitano eppure vengono finanziate dalla regione , verrano spesi male allora questi finanziamenti

  • Metropolitano Identicon Icon Metropolitano scrive:

    appunto

  • phrantsvotsa Identicon Icon phrantsvotsa scrive:

    Io dico solo questo.
    Passante, metro leggera, pesante…che differenza fa? E’ davvero importante che i vagoni siano dei minuetto e non dei vagoni da metropolitana? E così importante che non sia un capotreno a dare il via al convolgio invece di essere tutto automatizzato. Ripeto, l’altra volta ho preso il treno a Vespri. Era un minuetto. veloce ed anche elegante.La stazione poi non ha nulla da invidiare a stazioni di metro di altre città. Se questo sarà lo standard io mi accontento. Non facciamo i “nemici ra cuntitizza” miseriaccia e non illudiamoci che davvero a Palermo si farà un’opera così difficile da realizzare!
    Rilancio la mia proposta. Se una sola delle stazione della Metro sotteranea verranno create…offro a tutti un pranzo a base di costosissimo champagne francese con aragoste e ostriche. Promesso!! INtanto io viaggio in “passante”

  • Metropolitano Identicon Icon Metropolitano scrive:

    Sfido io se tra Centrale e Notarbartolo le fermate siano in superficie (in periferia oppure fuori città non sfido) . Per me una metro deve viaggiare necessariamente sotto terra (altrimenti si tratta di un tram, perchè non si fanno circolare ordinariamente convogli pesanti in superficie). Deve inoltre avere fermate così vicine da poter anche essere raggiunte a piedi l’una dall’altra. Se una fermata dista 1000 metri dall’altra, uno può scendere alla fermata più vicina alla sua abitazione. Se sono equidistanti il pendolare farà 500 metri verso l’una o l’altra indifferentemente, e piuttosto spero che il palermitano medio si abitui a percorrere questa breve distanza, perchè credo che con Orlando la città dovrà essere a misura di pedoni (speriamo). Non si possono realizzare fermate ogni 100 metri lungo la città come pure passerelle pedonali ogni 50 metri sulla circonvallazione. Abituiamoci a piedi !

  • Templare Identicon Icon Templare scrive:

    @phrantsvotsa e @Metropolitano: ma non si tratta di essere nemici della contentezza, si tratta di dare il giusto nome alle cose. Un passante non sarà mai una metropolitana, è un servizio diverso.

    Io non posso scendere da casa per andare al lavoro, farmi anche un km di strada a piedi (per me benedetto, ma per tanti altri no), arrivare alla fermata e poi scoprire che il treno che viene da Trapani è in ritardo e così interferisce sul mio programma orario. Con la metro invece io scendo alla stazione e in ora di punta aspetto da 2 a 3 minuti, sempre, proprio perchè i treni percorrono una linea a se stante, non condivisa con treni regionali o treni merci.

    Ancora ricordo con terrore quando, titolare di abbonamento “metro” nei primi anni novanta, spesso ci mettevo anche 40 minuti per arrivare da Imperatore Federico a Centrale, aspettando a Notarbartolo l’incrocio anche per 25 minuti…

    E non è nemmeno vero che una linea metro deve scorrere sottoterra. La Circle Line a Londra da Edgware Road ad Hammersmith è tutta in superficie ed affiora in trincea scoperta in altre stazioni dell’Inner Circle. La Central Line è in trincea scoperta a Whitecity, davanti la sede della BBC, per non parlare poi della DLR, che scorre all’aperto in sopraelevata fino a Greenwich.

    Diverso il discorso della distanza media fra le fermate. Anche a Londra non sempre le distanze sono inferiori ai 500 metri, ma la rete è così estesa che magari a distanza minore da casa o lavoro trovi un’altra fermata di un’altra linea che ti consente lo stesso, con i cambi, di arrivare alla meta. E le caratteristiche di accelerazione e velocità dei convogli sono tali che ci metti meno di venti minuti per prendere tre treni diversi e passare per una decina di stazioni…

    Il Minuetto ha altre caratteristiche, adatte ad una linea ferroviaria suburbana quale è il passante. Direi anzi che il fatto che le fermate siano in media ad 800-900 metri di distanza l’una dall’altra, gioca proprio a favore del tipo di convoglio.

    Detto questo, io vorrei sapere perchè si possono spendere un miliardo di euro per il passante e non per la metro leggera, visto poi che una buona parte sono già disponibili da anni. O perchè è così difficile da realizzare. Mettiamoci in testa che l’economia si muove, i posti di lavoro si creano, anche attraverso i grandi appalti e una linea come quella prevista nel PIT, non su Topolino, è un grande appalto, ma non proprio un’opera faraonica ed unica al mondo. E non stiamo nemmeno parlando del grattacielo di via Notarbartolo, quello sì, per me, pura utopia.

    Ultimo: passante, anello, metro e linee tram hanno ragione di esistere e di funzionare bene soltanto se realizzate tutte e bene. Viceversa, quel minimo di rete ipotizzata rimane monca, a discapito anche della funzionalità e dell’interesse dell’utenza nei confronti della mobilità alternativa al mezzo gommato. Perchè se devo arrivare in via Oreto partendo dalla Fiera, prendo l’anello fino a Notarbartolo e da lì la metro, ma se la metro non esiste io prendo la macchina, c’è poco da fare.

  • pendolare palermitano Identicon Icon pendolare palermitano scrive:

    @templare come ti ho già detto io in passate occasioni,quello che si sta facendo a palermo è un semplice raddoppio ferroviario,il doppio binario permetterà un treno ogni 10 minuti per ogni senso di marcia,la tua idea è tutt’altra,quella che pensi tu è una metropolitana sotterana che ha caratteristiche diverse da quello che stanno facendo a palermo,la tua metro ideale è la metro di roma e milano,quella di palermo è simile al passante ferroviario di milano o roma

  • Templare Identicon Icon Templare scrive:

    @pendolare: ma li leggi i commenti? :D

    E’ dalla scorsa settimana che provo a convincere altri utenti che da Centrale a Punta Raisi è (purtroppo) una linea ferroviaria suburbana che non ha le caratteristiche di una metropolitana.

    Io parlo della metropolitana automatica leggera, tipo VAL con convogli gommati (come a Torino), che è prevista nel PIT approvato ad inizio anni 2000. Punto.

  • Metropolitano Identicon Icon Metropolitano scrive:

    Se diciamo che questo non è così, o non vogliamo che lo sia, oppure non è così come lo vogliamo.
    A me gli orari della metro (ma non dei treni PA-TP) non contano, perchè tanto se perdo un treno per essere arrivato qualche minuto più tardi, aspetto qualche altro minuto e viene l’altro treno da Notarbartolo a Centrale, e così anche nelle altre città. Quì poi non si parla della VAL.

  • Templare Identicon Icon Templare scrive:

    Mi arrendo.

  • phrantsvotsa Identicon Icon phrantsvotsa scrive:

    @Templare
    Ma io no ti sto dando torto. Anzi ti ho detto che anche a me piacerebbe una vera matropolitana, e ti ho portato l’esempio di Madrìd (che conosco bene perchè ci ho vissuto) che addirittura funziona in alcuni casi meglio di quella di Londra, che da una 15ina d’anni, per quanto venga continuamente ampliata con nuove fermate e nuove linee, in alcune ore risulta addirittura insufficiente.
    Io dico soltanto che se il passante funzionerà bene e sarà ben integrato in un sistema di trasporti, potrebbe bastare, perchè se aspettiamo che davvero costruiscano una metropolitana sotterranea, possiamo smettere di illuderci.
    Ripeto io non ti do torto…sono solo realista

  • Templare Identicon Icon Templare scrive:

    @phrantsvotsa: ok, ma mi dici perché non dovrebbe essere costruito qualcosa che nel resto d’Italia viene invece normalmente costruito? Torino, Brescia, Napoli, Milano, Roma, Catania (perfino Catania, a 190 km est) hanno tutte linee metro in costruzione o in espansione.

    A Palermo dovremmo essere noi per primi a scrollarci questo maledetto fatalismo di dosso e a PRETENDERE ciò che nel resto d’Italia è normale.

    Last but not least: i 500 milioni di euro stanziati dal CIPE li destiniamo agli stipendi di Gesip et similia?

  • phrantsvotsa Identicon Icon phrantsvotsa scrive:

    Io non dico che non dovrebbe essere costruito; dico solo che quando inaugureranno la prima stazione ti offro un bel pranzetto da Sariddu a base di ostriche vive, aragosta e costosissimo champagne. Giuro!
    ;-)

  • pendolare palermitano Identicon Icon pendolare palermitano scrive:

    @templare i fondi cipe servono a finanziare ed inquinare l’aria con le ditte di bus,che poi magari li spendono per viaggi o ville dei dirigenti

  • Templare Identicon Icon Templare scrive:

    @pendolare: non è così semplice. I fondi vengono destinati ad un’opera, stop. Se poi l’opera non si fa, tornano indietro e tornano disponibili per finanziare altre opere decise sempre dal CIPE. La mia era chiaramente una provocazione.

    @phrantsvotsa: continui a non rispondermi. Te la do io una motivazione: perchè il nuovo sindaco non ha mai visto l’opera di buon occhio. Semplicissimo. Altrimenti non dovrà fare altro che andare dove sa lui, che dicono sia un mago nel reperire fondi e sbloccare finanziamenti e battere i pugni sul tavolo. Felicissimo che Orlando mi smentisca e che nel giro di sei mesi-un anno si torni a parlare, fattivamente, della metropolitana a Palermo.

  • phrantsvotsa Identicon Icon phrantsvotsa scrive:

    @templare

    Dai..trasferiamo il nostro confronto nel nuovo posto della stazione lolli ;-)

Lascia un Commento

Demetra a r.l. | P.Iva: 06000720828
Sondaggio

Palermo vive tra la sporcizia: di chi le maggiori colpe?

View Results

Loading ... Loading ...
Fabio Nicolosi
(mercoledì, set 17, 2014 11:21 AM)
Piazza Indipendenza BLOCCATA a causa dei lavori per il rifacimento del manto stradale.
palermoimprenditrice
(mercoledì, set 17, 2014 03:10 PM)
l’aquila basket pronta a lasciare palermo! amministrazione di buffoni ridicola. altro che capitale europea dello sport
peppe2994
(mercoledì, set 17, 2014 03:10 PM)
Templare
(giovedì, set 18, 2014 08:02 AM)
rasputin
(giovedì, set 18, 2014 05:30 PM)

1 · 2 · 3 · 4 · 5 · »
Devi essere loggato per inviare un commento
Ultimi commenti
  • loggico { e il fruttivendolo? non vorrei che con nuovo ponte questo signore non riesce a mettere ... } – set 18, 8:05 PM
  • cirasadesigner { Molti anni fa erano gli anni dal 89 al 94, nella prima Spiaggia Libera della ... } – set 18, 6:05 PM
  • hannibal { mi auguro che non intervengano i Vigili Urbani o la GdF per sanzionare il pensionato ... } – set 18, 3:07 PM
  • huge { Ci vorrebbero un altro paio di ponti ciclo-pedonali simili, uno lungo l'ideale prolungamento di via ... } – set 18, 12:29 PM
  • huge { Nella seconda foto si nota il traffico deviato su corso dei Mille. Stanno per caso ... } – set 18, 12:21 PM
  • Older »
Info Traffico
Il primo viaggio del tram di Palermo
Meteo
_________________