Social network
img
Archivio articoli

Domenica 03 giugno 2012, ore 10,00/13,00
Parco Ninni Cassarà
Largo Claudio Traina, 1 ( corso Pisani) Palermo

23 ettari di parco a confine con la città universitaria, boschetti, prati e attrezzature sportive, percorsi pedonali e ciclabili, ponticelli in legno che si affacciano sulla Fossa della Garofala con le sue cave storiche e i percorsi archeologici.

Un roseto, un palmeto, una gebbia, magazzini rurali recuperati, l’antica ” Villa Forni” restaurata che ospita, fino al 30 giugno, un’ interessante mostra su ” Le arti del costruire”. Un occasione imperdibile per chi non l’ha ancora visitato. Partecipano: gli studenti del liceo Cannizzaro coordinati dalla Maria Teresa Calcara, il gruppo Capoeira Zumbì, Palermociclabile.

Intervengono: Giuseppe Barbera, Eliana Calandra, Francesco Teriaca, Rosanna Pirajno, Gianluigi Pirrera, Giovanni Lupo, Mario Scotto, Ernesta Morabito.

La città ha bisogno di spazi verdi e il Parco Cassarà dimostra che le aree “libere” non sono un vuoto da riempire con il cemento ma un’opportunità per vivere meglio!

In occasione della visita il Comitato Salviamo il paesaggio invita tutti i partecipanti a sottoscrivere la petizione sul “Censimento del Cemento”

 

6 risposte a Domenica 3 Giugno “Salviamo il paesaggio” al Parco N. Cassarà

  • punteruolorosso Identicon Icon punteruolorosso scrive:

    a che punto sono i lavori per i laghetti?
    c’erano delle infiltrazioni che impedivano alle vasche di riempirsi.
    chi ha fatto il progetto non ha tenuto conto che lì ci sono delle grotte.
    il ponticello sospeso su quella melma fa veramente schifo. si recuperi l’alveo piantandoci degli alberi, o si riempia d’acqua.

  • Pingback: Domenica 3 Giugno “Salviamo il paesaggio” al Parco N. Cassarà | Palermo Online

  • se68 Identicon Icon se68 scrive:

    …….”La città ha bisogno di spazi verdi e il Parco Cassarà dimostra che le aree “libere” non sono un vuoto da riempire con il cemento ma un’opportunità per vivere meglio!”…..
    Le aree libere non sono tutte uguali. Alcune, a mio avviso, hanno bisogno di essere “riempite” con volumi, altre di essere destinate a verde, altre di prevedere entrambe le cose. In ogni caso vanno progettate, da chi di competenza.Architetti e ingegneri ( possibilmente tramite concorsi di progettazione.

  • se68 Identicon Icon se68 scrive:

    ..esempio,
    Piazza Magione: non basta ricoprire con un prato il sedime di isolati rasi al suolo con le bombe del ’42..
    L’assenza di un progetto rende questo luogo poco definibile….
    Ma la voglia di verde (legittima) ha spinto ad intraprendere la via più semplice..(vedi anche Foro Italico).

  • fabdel Identicon Icon fabdel scrive:

    Ma la voglia di verde (legittima) ha spinto ad intraprendere la via più semplice..(vedi anche Foro Italico)_______fammi capire avresti voluto mettere i tuoi cari volumi anche al foro italico? siccome si vede troppo mare (dal foro italico fino a capo gallo GLI UNICI 2 SPAZI APERTI sono lo spazio sterrato davanti al roosvelt e la spiaggia di mondello!!! SCANDALOSO) effettivamente una bella colta di cemento anche al foro italico sarebbe stata perfetta. PALAZZINARI, IL VOSTRO TEMPO è FINITO. SIETE OVER!!

  • se68 Identicon Icon se68 scrive:

    fabdel,
    credo sia perfettamente inutile provare a spiegarti qual’è la differenza tra Architettura e speculazione edilizia…
    Soltanto, al prossimo viaggio che farai in una qualsiasi città europea evoluta, prova ad alzare il naso. Vedrai che in quelle realtà l’Architettura contemporanea viene utilizzata con coraggio, anche nei centri storici. Ritieni che anche lì siano “OVER”? bè, se loro sono Over, noi palermitani siamo DEATHS..

Lascia un Commento

Demetra a r.l. | P.Iva: 06000720828
Sondaggio

Palermo vive tra la sporcizia: di chi le maggiori colpe?

View Results

Loading ... Loading ...
Meringa28
(mercoledì, lug 23, 2014 04:24 PM)
Che fine hanno fatto le fioriere di via Notarbartolo?
winston.smith
(mercoledì, lug 23, 2014 06:58 PM)
le piante nella rotonda via lodato/via lazzaro sono tutte secche tranne quella al centro, mentre lungo la via lodato tanti oleandri sono sofferenti. lungo la stessa installati i pali dell’illuminazione
franzoman
(venerdì, lug 25, 2014 12:22 PM)
stamattina ho notato che tra il tratto di strada tra piazza Bolivar e la rotatoria del Conca d’oro hanno rifatto le strisce che delimitano la carreggiata dipindendo anche rifiuti e sterpaglie…. incredibile….
Meringa28
(venerdì, lug 25, 2014 02:18 PM)
E dire che basterebbe poco per trasformare i grandi sparti traffico da foreste secche a siepi verdeggianti !

1 · 2 · 3 · 4 · 5 · »
Devi essere loggato per inviare un commento
Ultimi commenti
  • rudi gi { Perchè non realizzavano i due lavori contemporaneame nte? E perchè la S113 è ancora chiusa? Qualche ... } – lug 25, 10:15 PM
  • rudi gi { Ancora è chiusa. E' VERGOGNOSO che questa importante strada sia ancora chiusa nonostante abbiano ultimato,con ... } – lug 25, 9:53 PM
  • Irexia { Sono contenta che Paco abbia fatto chiarezza sulle casupole impacchettate. In ordine a piazza leoni, ... } – lug 25, 9:31 PM
  • bradipo { http://www.19lu glio1992.com/in dex.php?option= com_content& ;view=article&a mp;id=2092:schi fani-e-il-palaz zo-abitato-dai- boss&catid= 20:altri-docume nti&Itemid= 43 } – lug 25, 8:51 PM
  • loggico { non so se ho interpretato male.. avevo capito che nel tratto dalla fine della galleria ... } – lug 25, 8:24 PM
  • Older »
Info Traffico
Il primo viaggio del tram di Palermo
Meteo
_________________